Blog

VIVERE CAMMINANDO IN UNA SOCIETÀ CHE VA DI CORSA. SCEGLIERE DI MUOVERSI A PIEDI E I BENEFICI CORRELATI
22/07/2019

VIVERE CAMMINANDO IN UNA SOCIETÀ CHE VA DI CORSA. SCEGLIERE DI MUOVERSI A PIEDI E I BENEFICI CORRELATI

Suona la sveglia! Alzati, prendi un caffè veloce, vestiti, mettiti in macchina, porta i bambini a scuola, cerca un parcheggio, prendi la metro, corri al lavoro, lavora, rimettiti in auto (che traffico!), passa a pendere i bambini a scuola, portali al corso di danza e calcio, vai a fare la spesa, vai a prendere i figli al corso, vai a casa, preparara la cena.... Che corsa! Ogni giorno è una maratona contro il tempo!

Ok, ricominciamo da capo... Suona la sveglia! Alzati e respira! Prenditi un giorno e vai a fare una bella camminata. Ogni tanto, mentre il resto della società corre, stacca la spina e pensa a te stesso! Uno delle migliori attività per rilassarsi è proprio quella di camminare. Molti studi dimostrano che abbiamo biogno di muoverci (a piedi) per liberare la mente e rilassare il corpo.

Sono tante le ragioni che fanno della camminata un valido contributo al nostro benessere. Ve ne elenchiamo solo alcune:

  • Ci permette di stare all’aria aperta;

  • Crea armonia tra mente e corpo;

  • Ci permette di gestire lo stress;

  • Favorisce il lavoro dell’ormone insulina che metabolizza gli zuccheri prevenendo il diabete;

  • Aiuta la mineralizzazione ossea;

  • Fa bene al cuore e mantiene più alto il battito cardiaco;

  • Aiuta a regolare il colesterolo;

  • Aiuta a perdere peso;

  • Migliora le attività cognitive stimolando le funzioni cardiorespiratorie, aumentando il flusso di sangue al cervello e migliorando, di conseguenza, le funzioni cerebrali come la memoria.

Cosa aspettate?! Indossate un paio di scarpe comode e fate una bella passeggiata. Se poi siete fortunati e il vostro luogo di lavoro non è tanto lontano da casa, lasciate l'auto i garage! Risparmierete in benzina, eviterete il traffico e guadagnerete in salute!

AL LUPO, AL LUPO! IL RITORNO DI QUESTO BELLISSIMO E SELVAGGIO ANIMALE NEI BOSCHI ITALIANI
19/07/2019

AL LUPO, AL LUPO! IL RITORNO DI QUESTO BELLISSIMO E SELVAGGIO ANIMALE NEI BOSCHI ITALIANI

Probabilmente chiunque, sicuramente almeno da bambini, ha avuto la paura di incontrare durante una passeggiata nei boschi qualche animale selvatico, magari un lupo.

Beh, non è un'idea così irrealistica! Il lupo ha da sempre popolato i boschi italiani fino agli anni '70, dopodiché si è assistito a una forte riduzione sul territorio nazionale. Pensate che la specie si è ridotta a un massimo di 100 esemplari! Proprio per questo il lupo è stato inserito nelle specie protette.

Negli ultimi anni, però, il lupo è tornato ad abitare le sue montagne italiane facendo anche incursioni sempre più frequenti anche nelle campagne e fin lungo le coste. Ce lo conferma l'Ispra, l'Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale, che ha condotto una ricerca per darci dei dati più precisi sulla presenza di questo magnifico animale sul nostro territorio organizzando a Roma un convegno dal titolo 'Verso un Piano nazionale di monitoraggio del LUPO'.

In occasione di questo importante incontro sono stati raccolti dati sull'aumento della diffusione del lupo: pensate che negli ultimi 40 anni ha ripopolato l'Appennino, le Alpi occidentali e si è spostato anche verso quelle centro-orientali.

D'altra parte non tutti sono contenti del ritorno di questo esemplare, infatti il convegno è stato anche un'occasione per quantificare i danni creati dal predatore in questi anni, calcolando che dal 2010 al 2015 i lupi hanno predato 2.590 capi di bestiame pari ad indennizzi per un valore di 1.439.308 euro all'anno.

L'Ispra si pone l'obiettivo di condurre un'analisi sempre più precisa anche per capire ed eventualmente trovare soluzioni che limitino i danni provocati dal lupo. 

A sua volta anche la specie è minacciata dalla presenza dell'uomo: tra le principali cause di mortalità dell'animale ci sono il bracconaggio, gli incidenti stradali, le malattie trasmesse da animali domestici, l'ibridazione con il cane che mette a rischio il patrimonio genetico del lupo.

Insomma, nel prossimo futuro si cercherà di creare una pacifica convivenza con questa magnifica e selvaggia specie che da sempre e naturalmente abita i nostri boschi, senza che vengano arrecati danni da entrambe le parti.

SALVARE LE PIANTE DALL'AFA: TRUCCHI E CONSIGLI
17/07/2019

SALVARE LE PIANTE DALL'AFA: TRUCCHI E CONSIGLI

Si sa, l'estate non è una stagione facile per le nostre amate piante che abbiamo curato e fatto crescere poco a poco. La loro sopravvivenza con l'afa è mesa a dura prova. Non avete il pollice verde?! Vi diamo qualche piccolo consiglio che vi permetterà di salvare le vostre piantine e i vostri fiori:

1- Bagnare solo lo strato superficiale di terra in questo periodo non basta perché le alte temperature faranno evaporare l'acqua prima di raggiungere le radici che si trovano in fondo al vaso. Quindi meglio abbondare un po' di più del solito, anche le nostre amiche piante hanno sete!

2- Dobbiamo cercare di mantenere il più possibile umida la terra nei nostri vasi. Le cortecce o i vari residui vegetali secchi (facilmente reperibili in qualsiasi negozio per il giardinaggio) fanno proprio al caso nostro perché trattengono l'umidità e mantengono più a lungo bagnate le radici.

3- I momenti più adatti per annaffiare le nostre piante sono al mattino presto o alla sera tardi: infatti in queste ore il calore del giorno concede una tregua e permette all'acqua di arrivare in profondità. Mi raccomando, MAI annaffiare le piante sotto il sole anche se sembrano sofferenti: l'acqua fresca diventerà subito bollente rischiando di bruciare e rovinare la pianta.

4- Approfittate dei temporali per poter spostare i vostri vasi sotto l'acqua o raccoglierla in bacinelle per poterla riutilizzare successivamente! In questo modo le vostre piante si bagneranno in modo naturale e voi non sprecherete nemmeno un goccio d'acqua, cosa da evitare tutto l'anno ma particolarmente in estate quando ce n'è più bisogno.

Pochi e semplicissimi accorgimenti che permetteranno anche ai meno esperti nel settore giardinaggio di far sopravvivere le piante che hanno fatto crescere con cura!

© 2020 Tree snc - P.IVA 02524950033 - Privacy Policy