NEWS

29/01/2021

29-30-31 gennaio, giorni della merla

La Leggenda narra che gennaio fosse particolarmente scherzoso e un po' invidioso, in particolar modo con una Merla, molto ammirata per il suo grande becco giallo e per le penne bianchissime. Durante il gelido inverno, la Merla raccoglieva nel suo nido le provviste per sopravvivere al freddo, in modo da potersi rintanare al calduccio per tutto il mese di gennaio e uscire solo quando il sole fosse stato un poco più caldo. Così, aspettò fino al 28 di gennaio (all’epoca, nel calendario romano, gennaio durava ventotto giorni), poi uscì. La merla cominciò a festeggiare, credendo di aver ingannato l’inverno, ma gennaio, furioso, chiese tre giorni in prestito a febbraio. Ricevuti i giorni richiesti in dono, scatenò bufere di neve, vento, gelo, pioggia. Allora, la merla si nascose, in un camino e vi restò ben nascosta aspettando che la bufera passasse. Trascorsi i tre giorni, la merla uscì dal camino, ma a causa della fuliggine, il suo bel piumaggio bianco si era tutto annerito. Così rimase per sempre con le piume nere e da quel giorno tutti i merli nascono di colore scuro.

29-30-31 gennaio, giorni della merla
29/12/2020

Buon Anno con i sapori del Ristorante MonteOro

Non ci fermiamo! Il Parco è chiuso ed i percorsi avventura saranno riaperti in primavera, anche se la valle dell’Agogna regala ancora l’atmosfera magica ed incantata di paesaggi innevati, ideali per rilassanti passeggiate all’aria aperta a piedi o in bicicletta. 

E’ aperto il Ristorante Monteoro, situato all’ingresso del Parco: lo Chef Alessandro Manzetti vi propone un ottimo menu che esalta i sapori genuini della tradizione per coccolarsi in famiglia durante il Capodanno. Il menu è disponibile per servizio d’asporto, prenotabile al numero 389 9835059.

Scopri il menu d’asporto

Buon Anno con i sapori del Ristorante MonteOro
22/12/2020

Tanti Auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo!

Il conto alla rovescia è iniziato e si avvicina la Santa Notte di Natale. Tante cose sono successe in questo anno incredibile segnato da una emergenza sanitaria senza precedenti. Il nostro impegno è ancora più importante per cercare di non privare i nostri bambini della magia dell’attesa e della festa.

Ricordiamo il più grande poeta dell’infanzia nato sulle sponde del lago d’Orta, Gianni Rodari, di cui si celebrano proprio nel 2020 i 100 anni dalla nascita e torniamo anche noi bambini per un attimo con questa bellissima Filastrocca.


LO ZAMPOGNARO

Se comandasse lo zampognaro
Che scende per il viale,
sai che cosa direbbe
il giorno di Natale? “Voglio che in ogni casa
spunti dal pavimento
un albero fiorito
di stelle d'oro e d'argento”. Se comandasse il passero
Che sulla neve zampetta,
sai che cosa direbbe
con la voce che cinguetta?
“Voglio che i bimbi trovino,
quando il lume sarà acceso
tutti i doni sognati
più uno, per buon peso”. Se comandasse il pastore
Del presepe di cartone
Sai che legge farebbe
Firmandola col lungo bastone? “Voglio che oggi non pianga
nel mondo un solo bambino,
che abbiano lo stesso sorriso
il bianco, il moro, il giallino”. Sapete che cosa vi dico
Io che non comando niente?
Tutte queste belle cose
Accadranno facilmente; se ci diamo la mano
i miracoli si faranno
e il giorno di Natale
durerà tutto l'anno.

Tanti Auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo!
© 2021 Tree snc - P.IVA 02524950033 - Privacy Policy