Blog

AL LUPO, AL LUPO! IL RITORNO DI QUESTO BELLISSIMO E SELVAGGIO ANIMALE NEI BOSCHI ITALIANI
19/07/2019

AL LUPO, AL LUPO! IL RITORNO DI QUESTO BELLISSIMO E SELVAGGIO ANIMALE NEI BOSCHI ITALIANI

Probabilmente chiunque, sicuramente almeno da bambini, ha avuto la paura di incontrare durante una passeggiata nei boschi qualche animale selvatico, magari un lupo.

Beh, non è un'idea così irrealistica! Il lupo ha da sempre popolato i boschi italiani fino agli anni '70, dopodiché si è assistito a una forte riduzione sul territorio nazionale. Pensate che la specie si è ridotta a un massimo di 100 esemplari! Proprio per questo il lupo è stato inserito nelle specie protette.

Negli ultimi anni, però, il lupo è tornato ad abitare le sue montagne italiane facendo anche incursioni sempre più frequenti anche nelle campagne e fin lungo le coste. Ce lo conferma l'Ispra, l'Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale, che ha condotto una ricerca per darci dei dati più precisi sulla presenza di questo magnifico animale sul nostro territorio organizzando a Roma un convegno dal titolo 'Verso un Piano nazionale di monitoraggio del LUPO'.

In occasione di questo importante incontro sono stati raccolti dati sull'aumento della diffusione del lupo: pensate che negli ultimi 40 anni ha ripopolato l'Appennino, le Alpi occidentali e si è spostato anche verso quelle centro-orientali.

D'altra parte non tutti sono contenti del ritorno di questo esemplare, infatti il convegno è stato anche un'occasione per quantificare i danni creati dal predatore in questi anni, calcolando che dal 2010 al 2015 i lupi hanno predato 2.590 capi di bestiame pari ad indennizzi per un valore di 1.439.308 euro all'anno.

L'Ispra si pone l'obiettivo di condurre un'analisi sempre più precisa anche per capire ed eventualmente trovare soluzioni che limitino i danni provocati dal lupo. 

A sua volta anche la specie è minacciata dalla presenza dell'uomo: tra le principali cause di mortalità dell'animale ci sono il bracconaggio, gli incidenti stradali, le malattie trasmesse da animali domestici, l'ibridazione con il cane che mette a rischio il patrimonio genetico del lupo.

Insomma, nel prossimo futuro si cercherà di creare una pacifica convivenza con questa magnifica e selvaggia specie che da sempre e naturalmente abita i nostri boschi, senza che vengano arrecati danni da entrambe le parti.

SALVARE LE PIANTE DALL'AFA: TRUCCHI E CONSIGLI
17/07/2019

SALVARE LE PIANTE DALL'AFA: TRUCCHI E CONSIGLI

Si sa, l'estate non è una stagione facile per le nostre amate piante che abbiamo curato e fatto crescere poco a poco. La loro sopravvivenza con l'afa è mesa a dura prova. Non avete il pollice verde?! Vi diamo qualche piccolo consiglio che vi permetterà di salvare le vostre piantine e i vostri fiori:

1- Bagnare solo lo strato superficiale di terra in questo periodo non basta perché le alte temperature faranno evaporare l'acqua prima di raggiungere le radici che si trovano in fondo al vaso. Quindi meglio abbondare un po' di più del solito, anche le nostre amiche piante hanno sete!

2- Dobbiamo cercare di mantenere il più possibile umida la terra nei nostri vasi. Le cortecce o i vari residui vegetali secchi (facilmente reperibili in qualsiasi negozio per il giardinaggio) fanno proprio al caso nostro perché trattengono l'umidità e mantengono più a lungo bagnate le radici.

3- I momenti più adatti per annaffiare le nostre piante sono al mattino presto o alla sera tardi: infatti in queste ore il calore del giorno concede una tregua e permette all'acqua di arrivare in profondità. Mi raccomando, MAI annaffiare le piante sotto il sole anche se sembrano sofferenti: l'acqua fresca diventerà subito bollente rischiando di bruciare e rovinare la pianta.

4- Approfittate dei temporali per poter spostare i vostri vasi sotto l'acqua o raccoglierla in bacinelle per poterla riutilizzare successivamente! In questo modo le vostre piante si bagneranno in modo naturale e voi non sprecherete nemmeno un goccio d'acqua, cosa da evitare tutto l'anno ma particolarmente in estate quando ce n'è più bisogno.

Pochi e semplicissimi accorgimenti che permetteranno anche ai meno esperti nel settore giardinaggio di far sopravvivere le piante che hanno fatto crescere con cura!

ENERGIA RINNOVABILE PER UN FUTURO MIGLIORE
15/07/2019

ENERGIA RINNOVABILE PER UN FUTURO MIGLIORE

Negli ultimi anni sentiamo sempre più spesso parlare di riscaldamento globale e di inquinamento ma anche di energie rinnovabili legate al benessere del nostro ambiente.

Per energie rinnovabili si intende tutte quelle energie prodotte non utilizzando i combustibili fossili, come petrolio o carbone, ma quelle fonti che si servono di risorse sempre rinnovabili, per esempio gli elementi naturali come la luce solare, il vento o l'acqua.

Oggi l'inquinamento del nostro pianeta è un tema sempre più presente e più forte a livello internazionale, una preoccupazione che gli stati del mondo non possono non affrontare; infatti negli ultimi anni si è assistito ad un forte mutamento dello scenario energetico mondiale, le fonti rinnovabili stanno conquistando sempre più la scena, anche grazie allo sviluppo di nuovi sistemi di stoccaggio dell'energia, una parte fondamentale per un paese che vuole passare a un'alimentazione energetica che punti il più possibile sul rinnovabile. Negli ultimi anni si è assistito a un forte sviluppo dell'energia solare ed eolica, che sfrutta la luce del sole e la velocità del vento per produrre energia e, infatti, c'è stato da parte di molti stati un forte investimento in questo senso e nel settore del rinnovabile in generale.

Avranno invece un trend del tutto opposto le nostre “classiche” fonti di energia: i combustibili fossili! Per primo il carbone: si prevede che il suo uso diminuirà a dismisura negli anni a venire a causa dei forti disinvestimenti che molte compagnie hanno effettuato, perché appunto non vedono un futuro.

La crescita delle fonti rinnovabili è dovuta anche all’innovazione tecnologica che da una parte ha fatto aumentare l’efficienza di produzione, dall’altra ha portato a una riduzione dei prezzi, rendendo molto più accessibile il passaggio a questo tipo di energie.

L'energia solare probabilmente diventerà la fonte più economica per generare elettricità, soprattutto in Cina e in India dove non si è ancora raggiunto un forte sviluppo come nei nostri paesi, mentre in Europa si calcola che  sarà l’eolico a detenere il record di economicità nei prossimi anni.

Possiamo dire sicuramente che le fonti rinnovabili sono una realtà sempre più concreta e a confermarlo sono anche gli investimenti fatti da quei Paesi che puntano a un modello energetico alimentato al 100% da fonti rinnovabili, obiettivo discusso anche dagli stati che hanno partecipato al Climate Vulnerable Forum del 2016 che puntano a raggiungere la soglia entro il 2050.

Insomma le energie rinnovabili saranno sempre più in aumento e potranno garantire un futuro sicuramente meno inquinato e più green per il nostro pianeta e allo stesso tempo potranno garantire un futuro migliore anche a noi che lo abitiamo, sicuramente garantendogli più rispetto.

 

© 2019 Tree snc - P.IVA 02524950033 - Privacy Policy